RECANATI, “FAVOLOSA” CITTA’ DELLA POESIA

Recanati

Recanati: “città balcone” grazie ad una vista mozzafiato

Recanati sorge sulla cima di un colle, dal quale è facilmente raggiungibile sia il mare che la montagna. Come altri centri marchigiani, anche Recanati è la tipica “città balcone” per l’ampio panorama che vi si scorge: città e borgate sono sparse in gran numero nell’ampia distesa, tra piani, valli e colline.

200px-Leopardi,_Giacomo_(1798-1837)_-_ritr._A_Ferrazzi,_Recanati,_casa_Leopardi

Ritratto del poeta Giacomo Leopardi, la cui vita è il tema del recente film “Il giovane favoloso” di Mario Martone

Passeggiare per le vie di questa cittadina provoca forti suggestioni: qui è nato Giacomo Leopardi e visitare i luoghi che hanno dato origine a molti dei poemi dello scrittore è un’emoziona unica. Il centro storico di Recanati fà da sfondo al recente film di Mario Martone intitolato “Il giovane Favoloso”, da qualche settimana nelle sale. Si tratta di un film biografico che narra la breve ma intensa vita del poeta Giacomo Leopardi (grazie all’interpretazione appassionata di Elio Germano).

Uno scorcio di Recanati

Uno scorcio di Recanati

La pellicola è stata girata nel borgo dove il poeta è nato e vissuto e dove è possibile ritrovare i vari luoghi della sua vita. Ripercorriamoli insieme…

Casa Leopardi

“Casa Leopardi”

“Casa Leopardi”: è la casa natale del poeta. Tutt’oggi il palazzo è abitato dai discendenti e aperto al pubblico. Esso venne ristrutturato nelle forme attuali dall’architetto Carlo Orazio Leopardi. L’ambiente più suggestivo è senza dubbio la biblioteca. In essa sono costuditi oltre 20.000 volumi raccolti dal padre del poeta, Monaldo Leopardi. Lo scrittoio, la poltrona e gli scaffali ci fanno immaginare Leopardi al lavoro. E’ la casa degli affetti e dei sentimenti del poeta: il rapporto contrastato con i genitori e di amore incondizionato per i fratelli, la vita quotidiana e l’infatuazione per Silvia.

casa di silvia

Casa di Silvia, affacciata sulla “Piazzola del Sabato del Villaggio”

“Piazzetta del Sabato del Villaggio”: tutt’ora così denominata per la celebre poesia di Leopardi. Era qui che i contadini rientravano la sera alla fine dei lavori in campagna e dove si ripresentavano vestiti a festa la domenica mattina per la liturgia in chiesa. Su questa piazza si affaccia Casa Leopardi, un punto di osservazione molto importante sulla vita di paese, dei suoi abitanti e soprattutto su Silvia.

104_4657

“Chiesa di Santa Maria in Montemorello”

“Chiesa di Santa Maria in Montemorello” (XVI secolo): molto legata alle vicende della famiglia Leopardi e nel cui fonte battesimale fu battezzato Giacomo Leopardi nel 1798.

104_4687

Monumento al Colle dell’Infinito

“Colle dell’Infinito”: è la sommità del Monte Tabor da cui si gode di un bellissimo panorama verso i monti Sibillini. Su questa collina Leopardi veniva in cerca di solitudine e silenzio, cercando di allontanarsi dalla vita mondana della famiglia e in cerca di meditazione. Questo colle ispirò uno dei più famosi idilli del poeta: “L’infinito”, composta a 21 anni. All’interno del parco troviamo il Centro Mondiale della Poesia e della Cultura, sede di convegni, seminari, conferenze e manifestazioni culturali.

PALAZZO VENIERI

Balcone di Palazzo Venieri da cui si può ammirare un panorama mozzafiato

VISTA DA PALAZZO VENIERI Conero

Vista spettacolare da Palazzo Venieri: si può ammirare il Conero sullo sfondo ed il mare all’orizzonte

“Palazzo Venieri”: uno dei palazzi più antichi, da cui si gode un panorama mozzafiato e il suo chiostro si ritrova in una breve scena del film. L’edificio fu fatto costruire dal Cardinal Venieri su disegno di Giuliano da Maiano. Il palazzo, situato sul punto più alto del centro di Recanati, fù concepito come una costruzione a metà tra residenza e castello urbano. Il cortile interno si apre ad ali sul paesaggio collinare seguendo un modello che si ritrova spesso nelle opere rinascimentali marchigiane: presenta un balcone con vista fino al mare e sopra di esso spicca un orologio con l’iscrizione «Volat irreparabile tempus».

Orologio di Palazzo Venieri con l'iscrizione: "Volat irreparabile tempum"

Orologio di Palazzo Venieri con l’iscrizione: “Volat irreparabile tempus”

Tra le altre opere visitabili a Recanati, ritroviamo anche…

ps“Torre del Passero Solitario”: la cui cuspide a cartoccio fu decapitata da un fulmine nella metà del XIX secolo e fu resa celebre dalla poesia “Il passero solitario”.

Chiostro con vista sulla torre "del passero solitario"

Chiostro con vista sulla torre “del passero solitario”

“Palazzo Antici-Mattei”: casa della madre di Leopardi, Adelaide Antici Mattei, dalle linee semplici ed eleganti con iscrizioni in latino.

Oltre che il “Convento di Santo Stefano” e la “Chiesa di Sant’Agostino”.

Vi consigliamo caldamente di partecipare a un tour che vi guidi attraverso questi luoghi: li amerete fortemente, e avrete la possibilità di conoscere curiosità e particolari meno noti.

Il mio amico Leopardi di Mario Elisei

“Il mio amico Leopardi” opera di Mario Elisei

Il centro culturale “G. Leopardi” di Recanati organizza visite nei luoghi citati tutto l’anno. Un ringraziamento particolare a Mario Elisei, autore dell’interessante libro “Il mio amico Leopardi”. Vi garantiamo che se a scuola avete pensato che studiare Giacomo Leopardi fosse noioso, beh, vi ricrederete: lo comprenderete fino ad amarlo se introdotti da chi lo studia con passione!

P.S.= per chi fosse a Recanati e volesse usufruire del servizio di visita guidata, ecco i contatti del centro culturale “G.Leopardi”:

– centro_leopardi@virgilio.it    tel. 3203077716 – 071980120

– marioelisei62@gmail.com       tel. 3357240501

– capo.stefania@gmail.com        tel. 3488660948

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s