Lame Rosse, la Monument Valley marchigiana!

Cari amici, non pubblico questo post con il solito entusiasmo. In realtà, ero più propensa a non raccontare di questa escursione compiuta nel mese di Agosto perché in questo momento il percorso di cui vi parlerò, è chiuso al pubblico e si teme per la sorte di queste montagne in seguito al terribile terremoto che ha colpito queste zone.

Tuttavia da diverso tempo speravo di poter visitare le Lame Rosse di Fiastra. Sono stata abbastanza fortunata da poter finalmente realizzare questo desiderio prima del tragico evento del 24 Agosto scorso. Le immagini delle Lame Rosse sul web mi riportavano alla mente una meraviglia americana di cui sono rimasta fortemente ammaliata: la Monument Valley.

Ho parcheggiato l’auto per iniziare il mio percorso a piedi ma, onestamente, lo scenario inatteso che mi sono trovata davanti mi ha lasciato a bocca aperta: il Lago di Fiastra circondato dai colori dei Monti Sibillini è di una bellezza impareggiabile!

Vista dall'alto del lago di Fiastra

Vista del Lago di Fiastra dall’alto

Non volevo separarmi da questo panorama straordinario e dal silenzio che permette di goderne appieno. Sarei rimasta ore a godere della leggera brezza del vento e a scattare foto da ogni angolazione. Ma il sentiero che conduce al monumento naturale è lungo e quindi mi sono affrettata ad iniziare.13716117_10153974939028645_6921364440043044391_n

Dopo pochi minuti dall’inizio, la salita inizia decisa e senza grandi visuali ma il sentiero è piuttosto ombroso e la vegetazione fitta offre una bella frescura. Il sentiero non è ricco di vedute particolari e sempre delimitato da arbusti che bloccano la visuale. Bisogna prestare anche molta attenzione al terreno perchè radici e rocce mettono a rischio l’equilibrio in alcuni tratti.13754680_10153974939043645_349976048695996285_n

Credo di aver camminato per circa un’oretta e mezza prima di giungere al ‘traguardo’, ma davvero ne è valsa la pena: le Lame Rosse sono un capolavoro naturale imperdibile! Accumuli di roccia stratificata privi della loro parte superficiale, mostrano il loro elemento costitutivo. La forma insolita e del tutto particolare, si deve alla lenta erosione del vento lunga milioni di anni e alle varie fasi di gelo e disgelo della montagna.13775399_10153974939273645_3322083385829474822_n13731447_10153974939378645_8493309178942023358_n

La disgregazione graduale del rilievo, ha formato depositi sul terreno di ammassi rocciosi di varia misura, creando un lungo ghiaione. Io sono giunta a destinazione in pieno giorno, ma con la luce dell’alba e del tramonto, la pietra arenaria assume un colore rossastro.13731680_10153974939988645_9050324415363269878_n

13765975_10153974939598645_228904292573917968_oDopo essermi riposata e dopo uno spuntino, sono tornata indietro e, ripresa l’auto, sono scesa a riposare sulle sponde del Lago di Fiastra che mi aveva tanto colpita all’arrivo. Le sue acque particolarmente limpide circondate dalle montagne, offrono scorci da cartolina.13754299_10153974940163645_192558288739198200_n

Siamo tutti abituati a sentir parlare di altri laghi italiani e non ci si aspetta di essere sopraffatti dalla vista di questo, meno noto ma di un blu incredibile che mette in forte risalto i colori della natura che lo circonda.13697086_10153974940063645_9041257541190452206_n

Io mi sono trattenuta fino al tramonto, per godere fino a fine giornata del fascino di questo meraviglioso gioiello della natura!13710043_10153974941553645_2567810120587565872_n

 

 

Advertisements

2 thoughts on “Lame Rosse, la Monument Valley marchigiana!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s